storia dei Chelsea Boots

L’interessante storia dei Chelsea Boots

Sono tantissimi coloro che desiderano conoscere la storia dei Chelsea Boots. Questo accade perché si tratta di un modello di calzature molto amato, in particolare da chi ha un debole per il vintage e da chi apprezza lo stile londinese. Sono numerosi anche gli stilisti che hanno scelto di dare un ulteriore valore a questo modello iconico, creando nuovi modelli di colori e fantasie diverse… Insomma, è proprio il caso di conoscere la storia dei Chelsea Boots!

Alla scoperta di stivali unici nel loro genere

Per chi non lo sapesse, i Chelsea Boots, detti anche stivali Chelsea o stivali Beatles, si presentano come calzature prive di lacci. Questi stivali arrivano fino alla caviglia e sui lati sono dotati di parti elastiche. Queste ultime ne facilitano sapientemente l’utilizzo, dando un particolare tocco di stile al modello.

Sembra proprio che la storia dei Chelsea Boots sia iniziata nel 1800. Durante questa epoca, J. Sparkes-Hall era il calzolaio alla corte della Regina Vittoria di Inghilterra. L’uomo si ingegnò e finì per realizzare una scarpa semplice ma diversa dal solito, usando un po’ di gomma vulcanizzata. Chiaramente, prima di farlo non si dimenticò di chiedere il permesso a Charles Goodyear, l’inventore del materiale che decise di utilizzare. Il calzolaio seguì la sua ispirazione e usò la gomma per elasticizzare il tessuto della calzatura. In questo modo, riuscì a produrre scarpe più morbide, comode e facili da indossare.

Il successo della calzatura di J. Sparkes-Hall

storia dei Chelsea Boots

La storia dei Chelsea Boots iniziò subito con un grande successo. Infatti, lo stivale piacque molto ai reali, in particolare alla stessa Regina Vittoria, che in pratica diventò la prima fan e testimonial di questi stivali! Il calzolaio della Regina registrò il brevetto della sua invenzione nel 1851. Da quell’anno, le calzature si diffusero sempre più velocemente. Nei primi anni del 900 si fecero strada tra le famiglie aristocratiche europee.

La loro ascesa si bloccò subito dopo la Prima Guerra Mondiale, ma ricominciò negli anni ’60 soprattutto grazie a John Lennon e Paul McCartney. Da quel momento, gli stivali Chelsea vennero chiamati anche Beatles Boots! Il noto gruppo musicale riportò sulla cresta dell’onda le calzature di J. Sparkes-Hall, che si diffusero in breve tempo in tutto l’occidente. In seguito, le scarpe vennero apprezzate anche dai Rolling Stones!

La storia dei Chelsea Boots continua e continuerà ancora

Nel tempo, la storia dei Chelsea Boots è stata segnata da diverse varianti per quanto riguarda i colori. Alcuni modelli venivano persino dotati di rialzo interno, rivelandosi ancor più funzionali e altrettanto comodi. Questi stivali vennero anche usati dai militari. Perciò, ne furono create alcune versioni munite di un rinforzo interno in metallo, posizionato direttamente sotto la punta della scarpa.

Queste calzature vennero indossate da molte star del cinema, apparvero in alcuni episodi di Star Wars e tuttora continuano a farsi notare ovunque. Attualmente, non mancano i modelli in stile anni ’60 e ’70, in camoscio o in pelle, con punta tonda o squadrata, con o senza tacco… Insomma, la storia dei Chelsea Boots non è ancora finita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

69 − = 59

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Navigation
Close

Il mio carrello

Viewed

Visti di recente

Close

Quickview

Close

Categories

X